Il Parco Archeologico Comunale di Seradina-Bedolina viene istituito nel 2005 e, collocato sul versante idrografico destro del fiume Oglio, raccoglie al proprio interno rocce incise principalmente a cavallo dell’Età del Bronzo (2000 a.C) e dell’Età del Ferro (1000 a.C). Oltre che un Parco Archeologico quest’area può ben essere definita una piccola nicchia naturalistica: il Parco rappresenta infatti anche un micro ecosistema. Il microclima che lo caratterizza ha permesso a particolari specie vegetali, come l’“Opuntia Compressa” (un fico d’India nano dalle infiorescenze gialle e frutti rossi) di trovare il proprio habitat ideale. Posto in posizione panoramica il Parco permette al visitatore di apprezzare il fascino dell’Arte Rupestre in un contesto “magico” e coinvolgente, considerato dall’uomo preistorico un santuario d’altura, protetto da Pizzo Badile e Concarena, due montagne che, in particolari periodi dell’anno, danno luogo a spettacolari fenomeni di luce. Il visitatore avrà la possibilità di seguire ben cinque itinerari distinti che lo condurranno nei diversi settori da cui il Parco è costituito.
Agenzia Turistico Culturale Comunale di Capo di Ponte
c/o Infopoint, via Nazionale nº 1, 25044 Capo di Ponte (BS)
Tel: +39 0364 42104
Cell: +39 334 6575628
email: agenzia.capodiponte@libero.it
Parco Archeologico Comunale parte del Sito del Patrimonio Mondiale Unesco n.94
“Arte rupestre della Valle Camonica”
 
Ente gestore: Agenzia Turistico Culturale di Capo di Ponte
Direzione scientifica: Marretta Alberto
 

 
Se non diversamente indicato, Copyright © Agenzia Turistico Culturale Comunale di Capo di Ponte
Tutti i diritti riservati / All rights reserved - Vietata la riproduzione anche parziale / copy prohibited
Realizzazione sito web Studiocharlie